Chiusi (SI) - Museo Nazionale Etrusco di Chiusi. Necropoli di Poggio Renzo e Tomba del Colle

Museo Nazionale Etrusco
Necropoli di Poggio Renzo e Tomba del Colle
Via Porsenna, 93  53043 Chiusi (SI) 
drm-tos.museochiusi@beniculturali.it 
Tel. +39 0578 20177 

Direttore Fabrizio Vallelonga
fabrizio.vallelonga@beniculturali.it


Giorni, orari di apertura e modalità di visita

Lunedì-sabato 9.00-20.00
Domenica e festivi 9.00-14.00 

Ultimo ingresso mezz'ora prima della chiusura.

Chiuso: 1 gennaio, 25 dicembre.

La Necropoli di Poggio Renzo e la Tomba del Colle sono temporaneamente chiuse per motivi di sicurezza. 

La mostra (Ri)scivere il passato è momentaneamente chiusa al pubblico. Ci scusiamo per il disagio.

Biglietti:

Intero 6,00 € - Ridotto: 2,00 €  Cittadini dell’Unione Europea di età compresa tra i 18 e i 25 anni.
Riduzioni e gratuità secondo le norme di legge previste per i musei statali.

___________________________________________________

Il Museo Etrusco di Chiusi nasce all’indomani dell’Unità d’Italia, nel 1871, per esporre i numerosi reperti restituiti dal territorio chiusino che per lungo tempo erano stati oggetto di depredazione. Nel 1963, con apposita legge, passò allo Stato assumendo il nome di Museo Nazionale Etrusco di Chiusi. Al suo interno è esposta una ricca selezione di reperti ordinati secondo un criterio cronologico e topografico provenienti principalmente dalle raccolte di collezionisti chiusini e, in parte, da scavi archeologici. L’allestimento inizia dalle prime attestazioni di frequentazione umana nell’area della città, databili all’età del Bronzo medio e finale (XIII-X secolo a.C.) e, attraverso le testimonianze dell’età del Ferro (IX-VIII secolo a.C.), abbraccia il periodo etrusco con l’esposizione di rilievi, statue, ceramiche in bucchero e attiche, corredi tombali, urne e sarcofagi. La sezione romana raccoglie testimonianze provenienti dalla città e dal territorio circostante, fino a giungere ai primi secoli del medioevo (VI-VII secolo d.C.) con gli importanti reperti provenienti dalle sepolture longobarde scavate sul colle dell’Arcisa, subito fuori l’abitato odierno.

Tra i numerosi reperti esposti si ricordano i vasi cinerari villanoviani, tra i quali il cd. “Coperchio dell’abbraccio” che rappresenta una straordinaria scena di abbraccio tra due figure in terracotta, i caratteristici canopi (VII-VI a.C.), vasi a forma antropomorfa destinati ad accogliere le ceneri del defunto, tra i quali spicca il Canopo di Dolciano, l’elegante Sfinge in pietra, che oggi è uno dei simboli del museo, le statue femminili di piangenti, l’ossuario Paolozzi, vasi attici a figure nere e rosse, tra questi ultimi quello con la rara raffigurazione di Telemaco e Penelope. Il legame con il territorio è indicato dall’esposizione di ricchi corredi tombali e dalla piccola sezione dedicata alle  tombe dipinte del Leone, della Scimmia e del Colle Casuccini (V secolo a.C.), mentre l’età ellenistica (IV-I secolo a.C.) è esemplificata dalle urne in pietra e terracotta provenienti dai numerosi sepolcri del periodo. Per l’età romana si segnalano l’eccezionale ritratto di Augusto nelle vesti sacerdotali di pontefice massimo e il mosaico con scene di caccia dalla villa di Montevenere. Infine, tra i corredi funebri di età longobarda, costituiti principalmente da armi e oggetti di ornamento personale, spicca una spilla in argento dorato con pomoli a testa umana e decori zoomorfi e geometrici.

Dal museo è possibile raggiungere la necropoli di Poggio Renzo, a poca distanza dal centro urbano, e visitare le tombe del Leone, della Pellegrina e quelle con splendide e rare raffigurazioni pittoriche della Scimmia e del Colle Casuccini.


Al Museo è annesso un importante laboratorio di restauro visitabile su richiesta in occasione di mostre ed eventi.

Scarica il depliant del museo

Scarica le Guide per bambini:

Guida kids. Gli Etruschi di Porsenna

Guida kids. (Ri)scrivere il passato


Musei meno noti. Piccoli ma ricchi di capolavori 

Carta della qualità dei servizi 2021 - ultimo aggiornamento settembre 2021

Facebook    Instagram    Youtube

Chiusi (SI) Museo nazionale EtruscoChiusi (SI) Museo nazionale Etrusco. Sfinge funeraria in pietra fetida. Metà VI sec. a.C.Chiusi (SI) Museo nazionale Etrusco. Il Cinerario Paolozzi. Ca. 620 a.C.Chiusi (SI) Museo nazionale Etrusco. Il Canopo di Dolciano. Seconda metà VII sec. a.C.Chiusi (SI) - Museo Nazionale Etrusco, L’ultimo abbraccio, Coperchio di cinerarioChiusi (SI) Museo nazionale Etrusco. Tomba della PellegrinaIscrizione etrusca di possesso su Piattello di bucchero -  Chiusi Museo Nazionale Etrusco II metà del VI sec a CLa fibula della Tomba 3 dell'Arcisa - Museo etrusco-Chiusi