Firenze - La Sala del Perugino e il Cenacolo di Ognissanti riaprono al pubblico.

07/10/2022

Firenze - Sala del Perugino e Cenacolo di Ognissanti

Pietro Perugino - Crocifissione, la Vergine, San Giovanni, la Maddalena e i Santi Bernardo e Benedetto, 1493 - 1496

Altri due spazi museali della Direzione regionale riaprono dopo un lungo periodo di chiusura, dal 7 ottobre la Sala del Perugino ogni  venerdì dalle 14.30 alle 17.30 e dall’8 ottobre Il Cenacolo di Ognissanti tutti i sabati dalle 9.00 alle 13.00, entrambi a  ingresso gratuito.
 
Nella Sala Capitolare del convento di Santa Maria Maddalena de’ Pazzi è conservato l’affresco con la Crocifissione, la Vergine, San Giovanni, la Maddalena e i Santi Bernardo e Benedetto del Perugino, eseguito tra il 1493 e il 1496 su committenza di Dionigi e Giovanna Pucci. Nella stessa sala sono conservati anche l’affresco staccato e la sua sinopia con San Bernardo accoglie il corpo di Cristo, eseguito probabilmente nel 1506 da un allievo del Perugino, Sperandio di Giovanni.



Firenze (FI) - Cenacolo di Ognissanti, Domenico Ghirlandaio, Ultima Cena, 1480


All'interno del complesso conventuale di Ognissanti, fondato alla metà del XIII secolo dall’ordine degli Umiliati, è celato il suggestivo cenacolo dipinto da Domenico del Ghirlandaio nel 1480. Posto sul fondo, il grande affresco dell’ "Ultima Cena" crea un potente gioco illusionistico, ampliando l’architettura della sala che si trasforma in una loggia aperta. L’artista, già attivo all’interno della chiesa e non nuovo a questo genere di committenze, conferma qui la sua felice vena descrittiva, mescolando brani di delicata realtà (la tovaglia, il cibo, gli oggetti) con un repertorio di simboli della Passione e della Resurrezione. Nel Cenacolo sono anche conservate le sinopie dell’affresco, il portale originale e due lavabi sempre quattrocenteschi. Vi si accede dal chiostro porticato, decorato da un ciclo di sedici lunette con le storie di San Francesco al quale lavorarono, nei primi anni del Seicento, Jacopo Ligozzi e Giovanni da San Giovanni.
 
I due musei insieme a San Marco e agli altri cenacoli compongono un ideale itinerario del sacro, dei suoi massimi artisti e dei loro capolavori che si completa con la riapertura del Chiostro dello Scalzo dove si può ammirare anche la facciata restaurata con la lunetta in terracotta invetriata, attribuita a Giovanni della Robbia.

Sala del Perugino
Via della Colonna n.9 (ingresso principale del Liceo Michelangiolo), 50121 Firenze

Cenacolo di Ognissanti 
Borgo Ognissanti 42, 50123 Firenze