Lucca - Museo nazionale di Villa Guinigi. Visite guidate gratuite alla mostra "Nuovi studi su Matteo Civitali" e concerto del festival Lucca Classica “Musica al tempo di Matteo Civitali”

28/08/2021

Lucca - Museo nazionale di Villa Guinigi

Visite guidate mostra Civitali

Doppio appuntamento il 28 e il 29 agosto al museo nazionale di Villa Guinigi con le iniziative che accompagnano la mostra "Nuovi studi su Matteo Civitali" e con il festival "Lucca Classica"

Sabato 28 agosto alle 17 sarà possibile partecipare a una visita guidata gratuita compresa nel biglietto d’ingresso al museo alla mostra che presenta  due opere inedite di Matteo Civitali, il Salvator Coronatus di Santa Maria Corteorlandini e la Madonna col Bambino di Colle di Compito attribuite all’artista al termine delle indagini del RIS sulle impronte digitali dell’autore.
Prenotazione obbligatoria entro le ore 13 del venerdì precedente con una e-mail a segreteria@fondazionebmlucca.it o al numero + 39 0583 464062

Il Festival  Lucca Classica nella sezione  La musica e i luoghi della rassegna La pittura che suona presenta nel loggiato del Museo domenica 29 agosto alle ore 16,  il concerto Musica al tempo di Matteo Civitali con il trio  Stefano Albarello, canto, organo portativo Linda Severi, flauti dritti e Rosita Ippolito, viola da gamba, che eseguiranno brani di Johannes Hotby: Diva Panthera, Ave sublime triumphale, Amor ch'ay visto, Tard il mio cor. L’ingresso gratuito, fino a esaurimento dei posti disponibili, è con prenotazione obbligatoria a concentuslucensis@gmail.com.

Al termine del concerto una nuova visita guidata alla mostra a cura dello staff del Museo.

Musica al tempo di Matteo Civitali
Il grande fermento artistico della seconda metà del XV secolo, che ruotò intorno alla Repubblica di Lucca e di cui in parte lo stesso Civitali fece parte, annovera la presenza, in ambito musicale cittadino, di Johannes Hotby, frate carmelitano che risiedette per diciotto anni a Lucca dove era stato chiamato dai canonici del Capitolo per riordinare l'insegnamento presso quella schola.
La sua fama di dotto musico riconosciutagli a livello internazionale gli fruttò delle importanti sovvenzioni da parte dei notabili locali; egli fu eletto Rettore della Cappellania di San Regolo in San Martino, e nel 1477 Commendarius anche della chiesa di San Pietro Somaldi. Dai documenti dell'epoca risulta la sua presenza in qualità di Cantor e come Magiscolus della schola di canto della Cattedrale.
Recenti studi hanno permesso di accostare alla nota fonte manoscritta conservata alla Biblioteca Comunale di Faenza (MS 117) che custodisce diverse sue composizioni sacre e profane, una fonte carmelitana mantovana (Man 518). Attraverso quest'ultima è stato possibile riformulare la trascrizione di suoi brani vocali in parte dedicati alla città di Lucca: “Diva Panthera” ed “Ave sublime triumphale”.
Insieme ad “Amor ch'ay visto” il cui testo è attribuito a Lorenzo dei Medici e all'unica composizione ancora senza testo “Tard il mio cor” si elabora il corpus principale di questo omaggio musicale alla figura di Civitali e alla vita culturale di Lucca sul finire del 1400.

Concentus Lucensis
Stefano Albarello, canto, organo portativo
Linda Severi, flauti dritti
Rosita Ippolito, viola da gamba

Diva Panthera
Ave sublime triumphale
Amor ch'ay visto
Tard il mio cor


In ottemperanza alle disposizioni governative vigenti (DPCM del 23 luglio 2021), dal 6 agosto 2021 per accedere in tutti i luoghi della cultura della Direzione regionale musei della Toscana (musei, monumenti, aree archeologiche, parchi e giardini)​​ è obbligatorio esibire il Green Pass corredato da un valido documento di identità. Le disposizioni non si applicano ai bambini di età inferiore ai 12 anni e ai soggetti con certificazione medica specifica.
Per informazioni sul Green Pass https://www.dgc.gov.it/web/

 Museo Nazionale di Villa Guinigi
Via della Quarquonia s.n.c.  55100 Lucca
drm-tos.museilucchesi@beniculturali.it
 www.luccamuseinazionali.it   facebook_120x120px   Twitter_logo_blue @MuseiLucca @MuseinazionaliLucca