Firenze - Cenacolo di Andrea del Sarto

Cenacolo di Andrea del Sarto 
Via di San Salvi, 16  50135 Firenze
Tel. +39 055 0649489
drm-tos.cenacolosansalvi@beniculturali.it

Direttore Angelo Tartuferi
Tel. +39 055 0882000
angelo.tartuferi@beniculturali.it

Temporaneamente chiuso al pubblico. Ci scusiamo per il disagio.
 
La Direzione regionale musei della Toscana sta procedendo gradualmente con il piano di riapertura al pubblico dei musei e luoghi della cultura di sua competenza, in linea con le indicazioni del Comitato tecnico scientifico nazionale e con le indicazioni operative fornite dalla Direzione Generale Musei nel rispetto di tutte le norme di sicurezza previste per i visitatori, il personale, gli ambienti e le opere. Le date di apertura e le modalità di accesso verranno comunicate tramite i canali istituzionali per consentire ai visitatori di programmare e gestire la visita in maniera corretta.


Il museo occupa gran parte di un antico convento dei Vallombrosani intitolato a San Salvi e prende il nome dal Cenacolo, un grande affresco raffigurante l'Ultima Cena, posto nel refettorio, opera di Andrea del Sarto, uno dei capolavori della pittura rinascimentale.
Nei vasti locali del convento sono collocati importanti dipinti della prima metà del Cinquecento, che documentano lo sviluppo della pittura fiorentina di quel periodo. Tra questi opere di Pontormo, Andrea del Sarto, Franciabigio, Raffaellino del Garbo, Giuliano Bugiardini, Bachiacca.
Si segnala inoltre il Monumento funebre a San Giovanni Gualberto, fondatore dei vallombrosani, ordinato nel 1505 a Benedetto da Rovezzano e rimasto incompiuto.
Nel piano superiore, è ordinato un vasto deposito di opere delle Gallerie Fiorentine.


ORARI
Da martedì a domenica, ore 8,15 – 13,50.
Chiusura: tutti i lunedì, 25 dicembre, 1 gennaio.

Ingresso gratuito

Il Museo è accessibile alle persone disabili.
Marciapiede raccordato; dal cancello all'ingresso (soglia rialzata) c’è un breve tratto difficoltoso per il fondo a ghiaia. Si accede al museo mediante montascale. Presente bagno adeguato.

 

 Andrea del Sarto Ultima Cena 1511-1527